Questo sito utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito Web, accetti che possiamo collocare questi tipi di cookies sul tuo dispositivo.

Visualizzare i documenti sulla direttiva e-Privacy

Hai negato che cookies siano registrati sul tuo computer. La decisione puo' essere modificata.

Hai autorizzato che cookies siano registrati sul tuo computer. La decisione puo' essere modificata.

Osteopatia e Cervicobrachialgia

La Cervicobrachialgia.
Cos è?
Sintomatologia dolorosa che colpisce la cervicale, la spalla e tutto l’arto superiore fino alla mano, associata a uno o più dei seguenti segni:
 
  • Sensazione di formicolio
  • Perdita di forzA
  • Ipo o iperestesia
  • Ipo o ipereflessia
  • Riduzione del tono muscolare

A causa dell’interessamento di uno o più nervi del plesso brachiale, il quale origina a livello delle vertebre cervicali e si distribuisce su tutto l’arto superiore.

Perché  rivolgersi all’osteopata?


Perché l’osteopata andrà a ricercare, tramite un’accurata diagnosi differenziale e tests specifici, la causa dell’irritazione del nervo coinvolto, andando a valutare tutte le zone di passaggio potenzialmente perturbanti. Inoltre, oltre ad una valutazione muscolo scheletrica e fasciale, verificherà un eventuale coinvolgimento viscerale poiché un eccesso di afferenze viscerali, dovute ad una disfunzione o un’infiammazione di un viscere, saliranno tramite il nervo frenico , nervo che origina dalla quinta vertebra cervicale ed è responsabile dell’innervazione non solo del muscolo diaframma ma anche dell’innervazione sensitiva del peritoneo sottodiaframmatico, della capsula di Glisson ed alcuni legamenti del fegato, del legamento gastro-frenico e di milza e reni,  per trovare delle vie di derivazione con conseguente irritazione dei nervi del plesso brachiale e contrattura muscolare riflessa.

 

Schermata 2019 05 17 alle 12.26.46

Back to top